LA COSCIENZA E IN COMA

22 luglio 2010

L’imprenditore Gianfranco Tomasi risulta indagato per corruzione per finanziamenti ai partiti nell’ultima campagna elettorale di Comacchio. L’interessato ha dichiarato che tutto è assolutamente regolare: non ho motivo per smentirlo e gli auguro che sia in grado di dimostrarlo. La vicenda, però, non mi interessa dal punto di vista giudiziario, ma etico-politico. Per questo resto basito dalle repliche dei responsabili politici. Il segretario del Pd comacchiese Gabriele Bellini: «E’ tutto regolare. Vorrei capire perché le attenzioni sono solo su di noi, quando lo stesso Tomasi ha affermato di aver distribuito contributi a tutti». Anche per Valter Zago non c’è niente di strano. Insomma, un imprenditore che finanzia le campagne elettorali di tutti i candidati (tranne Bonazza) di destra, di sinistra e liste civiche non solleva nessun interrogativo etico? Non si può neanche dire che si tratti di una novità, poiché lo stesso Tomasi afferma che: «… è da più di trent’anni che i partiti vengono da me per le campagne elettorali». Lo scandalizzato stupore con cui si reagisce da parte dei politici, ignorando gli inquietanti interrogativi veri che solleva la vicenda, mi fa dire che la coscienza morale è in uno stato di coma piatto. Al segretario provinciale del Pd Paolo Calvano rivolgo alcune domande, augurandomi che risponda con altrettanta sicurezza che ha mostrato nei giorni scorsi sui temi della crisi economica. Sulla vicenda comacchiese considera la regolarità giuridica l’unico aspetto degno di commento? Non lo imbarazza essere finanziato da un importante imprenditore edile di cui ignoro il movente, ma di sicuro non riguarda la passione politica visto che finanzia tutti? Considerata la delicatezza della condizione di Comacchio, non sarebbe opportuno respingere certi sostegni in modo da evitare ogni possibile illazione al riguardo, considerato che in politica non esistono filantropi che distribuiscono fondi a fondo perduto? Alla luce di questa inchiesta e al di là del suo esito giudiziario, ritiene Calvano che in futuro sia normale continuare con questo metodo? Alla destra non interessa la questione morale, ma ad una parte del popolo di sinistra è ben presente: anche la sonora batosta elettorale a Comacchio ne è una prova. A Rifondazione Comunista, giustamente sconfitta nella sua roccaforte comacchiese, è inutile rivolgere queste domande, considerato lo stato di ectoplasma in cui è ridotta. – Fiorenzo Baratelli

Da “La Nuova Ferrara.it”

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...