– Recensioni ad arte- “Uno sbaffo di cipria, le indagini di Vivian Deacon” di Marco Belli

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Quanto colore c’è in uno sbaffo di cipria? Quanto colore è possibile vedere nel bianco, tutte le possibili combinazioni che l’apparenza nega. Il bianco inizio e fine di tutto, il bianco perdersi nella nostalgia, il bianco dell’innocenza e della verità. Il bianco della città quando la foschia la ricopre, tutte le tonalità assoggettate all’impero della luce soffusa, del vicolo che sfuma in mistero verso la piazza di bassi fondali, dove immaginandosi tutto il resto si rimane con il dubbio della sua esistenza.

Ferrara città di meraviglia e di storia, i cappellacci e il castello, le biciclette e la nebbia, una preziosa poesia di un mondo chiuso dietro quattro mura. Marco Belli, autore di “Uno sbaffo di cipria”, Ferrara la conosce molto bene, è il luogo dove è nato e dove ha vissuto, dove ha amato e scritto, ispirato da questa città culla d’amore e scrittura fin da tempi lontani. Ora dopo aver superato ruggente i quaranta ha deciso di ritirarsi dall’altra parte del Po, in quel Polesine da Far West dove anche la Vivian del romanzo finisce inseguendo la sua indagine. Un personaggio inaspettato il suo, un’ eroina impossibile da immaginare. Il clochard, l’invisibile intorno a noi, Vivian, onnipresente e inosservata tra la folla davanti alla cattedrale o nel traffico di Corso della Giovecca con la bicicletta carica di mille sportine.

La storia del romanzo si spinge insieme a lei per quelle stesse stradine e vicoli, nell’atmosfera unica della città estense e dei suoi dintorni. Leggendo “Uno sbaffo di cipria” si gusta la calda impronta di un noir d’effetto che accoglie e prepara il finale inatteso dei gialli d’una volta. Terminato il libro si rimane un po’ orfani di qualcosa, forse solo di Vivian e del senso segreto della sua verità, forse solo di quell’impronta anonima, di quella lei e delle mille come lei, di lacrime illuminate poco e nulla, di quei tanti cuori coraggiosi abbandonati all’incanto e all’ombra del vecchio castello.

Antonio Vergoni

 

SBAFFO

Marco Belli ha scritto “ Uno sbaffo di cipria, le indagini di Vivian Deacon ” per Edicola Ediciones.

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: